Senegal, Dakar: visitare il Lago Rosa, o Lago Retba

 

Lago Rosa - Senegal.jpg

Ve l’ho domandato proprio ieri attraverso un sondaggio nelle mie Instagram Story, e siete stati voi a decidere. Tra le tante meraviglie scoperte in Senegal soltanto qualche settimana fa, durante il mio lungo viaggio che in ben 10 giorni mi ha permesso di visitare la stragrande maggioranza del paese, da nord a sud partendo da Dakar, oggi avreste voluto che vi raccontassi del Lago Retba. Di che cosa stiamo parlando? Comincio immediatamente a spiegarvelo, qui sotto. Buona lettura e buon Senegal.

Senegal, Dakar: visitare il Lago Rosa, o Lago Retba

Tra le tante cose che del Senegal mi hanno immediatamente colpita, rientra sicuramente il celebre Lago Rosa, il cui vero nome è Lago Retba, situato nella penisola di Capo Verde e a soltanto 40 km dalla capitale senegalese di Dakar.

Come potrete intuire, il Lago Rosa prende nome dal colore delle sue acque, decisamente molto particolari. Infatti, è proprio grazie all’altissima presenza di minerali e soprattutto a quella di un batterio alofilo amante del sale che, quando il cielo è azzurro e il sole splende alto nel cielo, le acque del Lago Retba si trasformino, diventando rosa.

Sale - Lago Rosa

Un particolare del Lago Rosa, dalle acque anche tendenti al rosso scuro nelle giornate più limpide e soleggiate

La spiegazione a questo fenomeno, capace di rendere un lago dell’estensione di soltanto 3 chilometri quadrati famoso in tutto il mondo, è presto detta; il batterio contenuto nelle acque del Lago Rosa sarebbe dotato di membrane decisamente particolari, capaci di rilasciare particelle pigmentate ma fotosensibili, che quindi reagiscono esclusivamente alla luce del sole.

Cosa significherebbe, nello specifico? Che, di fatto, non sia poi così scontato arrivare al Lago Rosa e vederlo così come ce lo si era immaginato. Se soltanto grazie alla luce del sole le membrane possedute dal batterio presente nelle acque del Lago rilasciano la pigmentazione delle quali sono dotate, tingendo le acque di rosa, è però anche vero l’esatto contrario. Perciò, più la giornata sarà limpida e soleggiata maggiore intensità avranno le acque del Lago Retba, ma se quando visiterete il Lago Rosa il cielo sarà scuro e annuvolato, è quasi certo che, purtroppo, di rosa non ne vedrete affatto.

Claudia - Lago Rosa

Anche per questo, io devo ammettere di essere stata molto fortunata. Come potete vedere nella foto, alle mie spalle, il giorno in cui ho visitato il Lago Rosa le sue acque erano di un rosa intenso, quasi tendente al rosso scuro

Il Lago, che ad oggi raggiunge una profondità massima di tre metri e che contiene ben 385 grammi di sale per ogni litro d’acqua, rappresenta non solo uno dei più famosi e rinomati destini turistici di tutto il paese, ma anche un punto di forza davvero importante per l’economia del Senegal.  Infatti, fin dagli anni ’80 il Lago Retba è stato sfruttato per le sue potenzialità, in primis quella del sale.

Raccolta Sale - Senegal.jpg

Un momento della raccolta del sale, che per essere ultimata prevede molte ore di lavoro manuale. Gli uomini si immergono in acqua, le donne aiutano nel trasportare il sale raccolto sui camion, prima che questo venga trasformato

Gli uomini dei villaggi limitrofi, ancora oggi si occupano della raccolta del sale, depositandolo sulle sponde del Lago Rosa. Per farlo, devono immergersi in acqua per diverse ore al giorno, e questo li costringe ad una routine molto faticosa; per non rovinare la pelle, sono obbligati a cospargersi interamente di burro di karité, e a ripetere il gesto all’incirca ogni due ore.

Donne, Sale - Lago Rosa.jpg

Il sale raccolto viene poi destinato a due usi differenti; quello alimentare per il Senegal, quello industriale per i paesi nord europei

Il sale raccolto viene dapprima trasportato sulle sponde del Lago Rosa, e poi lavorato e trasformato per scopi differenti. Una piccola parte del raccolto viene commercializzata in Senegal come prodotto alimentare, ma la stragrande maggioranza del sale viene invece trasformata per uso industriale, per esser poi esportata in Europa e utilizzata, nei rigidi inverni, sulle strade. La durezza del sale proveniente dal Lago Rosa del Senegal è infatti ottima per prevenire l’attaccare della neve o la formazione di lastre di ghiaccio particolari, riuscendo così a dimezzare i più comuni incidenti automobilistici stradali.

E voi siete mai stati in Senegal? Avevate già sentito parlare del Lago Rosa, o Lago Retba?

10 risposte a “Senegal, Dakar: visitare il Lago Rosa, o Lago Retba

  1. ho visto questo lago e sentito la sua storia in un documentario (adoro i documentari) ma essere li e stare su una barca sulle sue acque e ammirare i colori col riflesso del sole deve essere una spettacolo senza eguali, difficile anche da spiegare a parole

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.