Aurora Boreale: tutto ciò che c’è da sapere sulle Northen Lights

Aurora Boreale

Tra le attrazioni invernali più belle, ricordiamo anche il fenomeno dell’Aurora Boreale, che io personalmente ho avuto la fortuna di avvistare per la prima volta due anni fa al Circolo Polare Artico e che ancora oggi ricordo come uno dei momenti più emozionanti della mia vita. A tal proposito, però, sono troppe le informazioni parzialmente corrette o addirittura sbagliate che vengono ancora oggi diffuse. Il fenomeno dell’Aurora Boreale, nonostante sia decisamente tra i più famosi al mondo, è spesso banalizzato con scopo la vendita di pacchetti viaggio appositi, che promettono le Northen Lights come attrazione principale della vacanza quasi fossero un qualcosa che possiamo controllare davvero.

Probabilmente, vi sorprenderà scoprire che non sia affatto così, e che non si possa prevedere con certezza un’Aurora prima che questa appaia, maestosa, nel cielo.

Oggi, allora, vorrei proprio parlarvi di questo fenomeno tanto strabiliante e particolare. Ecco tutto ciò che dovreste sapere sullo splendido fenomeno dell’Aurora Boreale.

Aurora Boreale: tutto ciò che c’è da sapere sulle Northen Lights

Ricordo ancora oggi, e con estremo piacere, il mio lungo viaggio nel Grande Nord – e più precisamente a Tromso, nel nord della Norvegia, nel Circolo Polare Artico. Furono giorni carichi di magia, oltre che di avventura e adrenalina, e credo che non potrò scordarli mai.

View this post on Instagram

Sometimes you don’t really need words to describe what #Beauty truly stands for ❤️ Thank you, @Giver_Viaggi, because every time I trust you, I go back home richer than ever before. So in love with Mother Nature and the Great North 🇳🇴🌍❤️ #UnViaggioOltre . A volte non occorrono affatto parole per descrivere la #Bellezza nel Mondo. Grazie di cuore, #Giver, perché ogni volta che mi fido di te, torno a casa cambiata. Arricchita e mai così tanto commossa come prima d’ora, col cuore gonfio di emozioni e di #Amore ❤️ Sempre più grata di tutto ciò che ci è donato, sempre più in pace nel dire di di esser al 100% innamorata di Madre Natura e del nostro incredibile, ineguagliabile, Pianeta Terra 🌏❤️ #Norway #Norvegia #TTGItalia 🙏 #PodereMadonnina, claudiacabrini.com, @visittromso, @visitnorway_it, @visitnorway, @villmarkssenter 🐶 . #LikeforLike #PhotooftheDay #InstaVideo #Report #Journalist #TravelBlogger #Planet #Wanderlust #Wild #Freedom #North #Blog #Blogger #Influencer ⭐️

A post shared by Claudia Cabrini (@clacabrini) on

Se soltanto ci ripenso, mi sembra di trovarmi ancora là; in slitta coi cani, oppure seduta su di un cumulo di neve nel bel mezzo del nulla ad arrostire salsicce su di un fuocherello improvvisato, con il solo suono delle onde del mare a tenerci compagnia.

Insomma, inutile negarlo; sono stata nel Circolo Polare Artico per ben due volte in meno di sei mesi soltanto e in entrambi i casi è stato magnifico. La prima volta in estate, e più precisamente nel mese di luglio, la seconda volta a marzo, sempre in compagnia degli amici di Giver Viaggi e Crociere, tour operator numero uno sulla destinazione.

View this post on Instagram

I’m back here, into the Northen Norway, into the #wild, in #Tromsø to be more specific, and I can’t believe it yet. Yesterday it was a full day of travel but also one of the best journey of my life. I can’t wait to tell you the details. 😍 I’m so happy to be that close to Mother Nature up here. 🙏 World is small and #Beautiful, and I’m so Grateful for everything I’ve received. Bring it all in, LOVE IT ALL OUT. 🙏❤️🇳🇴 #Giver #UnViaggioOltre . Bentornata al Circolo Polare Artico, Claudia! Ieri è stata una giornata impegnativa, cominciata a notte fonda e proseguita, dopo quasi 12 ore di viaggio, nel più vero Grande Nord. Non riesco ancora a credere al Paradiso che mi circonda. Possibile esista qualcosa di così tanto Bello e Vero al Mondo? 🌍❤️ Madre Natura ha fatto proprio un gran bel lavoro, da queste parti. Non vedo l’ora di raccontarvene tanto di più. 🇳🇴 Grazie, @Giver_Viaggi! 🙏 #PodereMadonnina, claudiacabrini.com . #Norway #CircoloPolareArtico #Adventure #Love #Life #ArticCircle #PhotoOfTheDay @VisitNorway_IT @VisitNorway @VisitTromso

A post shared by Claudia Cabrini (@clacabrini) on

“Non credo riusciremo ad avvistare l’Aurora purtroppo” ci aveva ravvisati Sara, la nostra giovane guida italiana che mi ha accompagnata per tutto il corso del mio ultimo viaggio al Nord. E invece, inaspettatamente, l’Aurora Boreale è comparsa, senza che nessuno l’avesse preventivato. Ed è stato veramente bellissimo.

Aurora Boreale: come appare, quando e perché

Premetto, se mai ce ne fosse bisogno, di non essere un’astrologa ne tanto meno una scienziata. Anche per questo non aspettatevi di seguito spiegazioni tecniche su cosa sia l’Aurora Boreale o su come si presenti. Mi scuso a priori con quanti esperti del settore possano mai leggere quanto segue, ma dichiaro ufficialmente che proverò, nel mio piccolo, a spiegarvi di questo magico evento con l’ausilio di un lessico il più immediato possibile.

Aurora Boreale - Tromso

Il fenomeno dell’Aurora Boreale in natura non è tanto visibile quanto in foto. A occhio nudo, l’Aurora Boreale è quasi impercettibile

L’Aurora Boreale (così come quella Astrale che si manifesta però nell’altro emisfero terrestre) compare grazie all’interazione tra particelle ad altissima energia, gli elettroni, e gli atomi neutri dell’alta atmosfera terrestre. Per comprendere meglio ciò di cui sto parlando, provate a immaginare diverse particelle che entrano in collisione tra di loro, e pensate che così succede agli atomi neutri che, eccitando gli elettroni, li accendono.

Dopo qualche tempo caratteristico, gli elettroni perdono la loro eccitazione e tornano al loro stato iniziale, ed è in quell’esatto momento che iniziano ad emettere particelle di luce: i fotoni. Scientificamente, eccovi spiegata in breve l’Aurora Boreale. In natura, però, come viene percepita?

Ecco come si manifestano le Northen Lights

Cominciamo con lo sfatare qualche mito. Tra tutti, il primo; l’Aurora Boreale non è facilmente visibile ad occhio nudo. Ebbene sì, è tutto vero. Questo strano fenomeno non si manifesta infatti come siamo soliti pensare noi, ma bensì con sfumature di colore molto tenui simili a chiarissime striature color pastello, sui colori del bianco, del verde e del rosa. La cosa buffa, però, è che ogni essere umano percepisce i colori in modo differente. Per questo, essendo l’Aurora Boreale un fenomeno scientifico condizionato dalla magnetica e dai gas nell’aria, può anche capitare (e molto frequentemente, se non ogni volta, per la verità) che due persone percepiscano la medesima Aurora in modo totalmente diverso l’uno dall’altro.

Aurora Boreale - Photoshop.jpg

Uno scatto come questo non è reale, ma è frutto di un programma di editing foto professionale. A breve capirete anche voi perché

Secondo mito da sfatare? Quello di non credere affatto alle foto che circolano online. Ebbene, per riuscire a individuare l’Aurora Boreale ad occhio nudo, occorre una notte assolutamente limpida e priva di nuvole, oltre che la più alta percentuale di buio in cielo.

Una notte stellata equivarrebbe alla condizione ideale per l’avvistamento dell’Aurora Boreale, ma anche questo non garantisce che il fenomeno delle Northen Lights si presenti davvero. Per avvistare l’Aurora è inoltre fondamentale che non ci siano fonti di luce artificiali attorno (ecco perché una fotografia come quella sopra è sicuramente fake) e che il vostro occhio sia assolutamente abituato al buio. Ciò significa che se starete utilizzando una torcia, una pila o anche semplicemente il vostro smartphone, l’Aurora faticherete a vederla. Il vostro occhio, dopo aver osservato un fascio di luce o uno schermo illuminato, non riuscirà a percepire le lievi sfumature di un’Aurora in cielo e per questo il consiglio più azzeccato, nel caso in cui siate pronti ad un’escursione notturna alla ricerca delle Northen Lights, sarebbe proprio quello di rimanere al buio.

Aurora Boreale Norvegia.jpg

Altra foto assolutamente non realistica è questa. L’Aurora, infatti, si manifesta solo ed esclusivamente di notte. Con un cielo tanto illuminato, vicino all’albeggiare, l’Aurora non la vedrete mai. Anche questa è una foto fake

Terzo mito da sfatare? Fotografare l’Aurora Boreale con i vostri telefonini è impossibile. Farlo con una macchina fotografica non settata, altrettanto. Sì, perché per scattare foto ad alta risoluzione e ben definite dovrete affidarvi a fotografi esperti, oppure a tecnici capaci di spiegarvi anticipatamente come impostare i parametri della vostra macchina fotografica per riuscire ad immortalare un’Aurora Boreale perfetta. In altro caso, immortalerete semplicemente un cielo buio.

Proprio per questo, ad oggi quasi tutti i tour operator vendono l’Aurora Boreale offrendo anche la possibilità di un fotografo professionista come accompagnatore, che possa aiutarvi al momento più opportuno. Fotografando il tutto con un semplice smartphone, il risultato che otterrete sarà più o meno pari a quello che potete vedere un po’ più sotto. La fotografia in questione, che intravedete di seguito e che io ho caricato su Facebook ben due anni fa, era stata anche precedentemente saturata con l’ausilio di una app.

Quarto mito da sfatare; l’Aurora Boreale solo in inverno. L’Aurora Boreale infatti si manifesta tutto l’anno, ma è visibile all’occhio umano soltanto nel periodo invernale perché è proprio in quei mesi che il cielo è buio, e più precisamente dai primi giorni di ottobre fino ad aprile.

Nel restante periodo dell’anno, nel Circolo Polare Artico inizia a prolungarsi molto rapidamente la durata del giorno e a diminuire sempre più quella della notte, ossia del buio. A partire dal mese di aprile, il sole inizierà a tramontare ogni giorno almeno dieci minuti più tardi rispetto al precedente, e le ore di luce settimanali aumenteranno così di quasi 75 minuti ogni 7 giorni, fino ad arrivare a ben 24 ore di luce totali in estate.

Proprio per questo, già dalla metà del mese di aprile in poi sarà quasi sicuramente impossibile che riusciate a sorprendere il fenomeno dell’Aurora Boreale in cielo, nonostante in molti cercheranno di convincervi del contrario. Diffidate da chi vorrà vendervi un pacchetto vacanze sull’Aurora Boreale in primavera perché, credetemi, rischiereste di tornar a casa davvero molto amareggiati.

Aurora Boreale - Fake.jpg

Altra foto sicuramente modificata è questa. L’Aurora Boreale è molto lieve, e in natura non presenta colori tanto accesi che invece vengono ritratti saturi dalle macchine fotografiche. Inoltre, è impossibile che l’Aurora riesca a riflettersi in acqua

Quel che è certo è che avvistare un’Aurora Boreale ti sconvolge. Ti emoziona come mai prima, perché la vedi muovere sopra di te e non ne capisci il motivo. Anche per questo, non posso che dirvi che l’Aurora Boreale, almeno una volta nella vita, vada vista e vissuta. Vi assicuro che sia un qualcosa di veramente unico e raro, e che non la dimenticherete mai più.

View this post on Instagram

First thing first: you’re never ever going to take a photo like this without a professional camera. Second thing second: you’re never ever going to see something like this with your own eyes because humans do not see these magnetic colors as saturated as camera does. Third thing third: you usually need many specific conditions (weather conditions and much more) to spot an Aurora Borealis like this in the sky. So, these 3 points mentioned before to say that yesterday night I was very lucky to see this amazing Aurora Borealis during a BBQ on the beach, because it wasn’t granted at all. 😍 In fact, we honestly didn’t expect it and we thought it was impossible to see the Aurora in the sky [even because at this time of the year the sky’s not that dark anymore, at night]. Mother Nature surprised us again. ❤️ Fortunately, I was also lucky enough to be out with a professional photographer too, to take this photo properly. It was the first Aurora Borealis for me, and it also was a moment I’ll never ever forget. Thank you again, Mother Nature. 🙏 I can’t believe how much I love the world and how much the world still surprises me day by day. Grateful and happy as never before. ❤️🌍🙏🇳🇴 . Nient’altro che uno degli istanti più belli della mia vita. La foto non è mia, ma del fotografo professionista che mi ha seguita durante la magnifica escursione di ieri notte e che ha realizzato questo scatto per me. ❤️ Ci sarebbero molte cose da dire, a proposito di questa Aurora Boreale. Ve le dirò tutte senza risparmiarmi affatto. Al più presto, sul mio Blog. 🌍🙏🇳🇴 Grazie di nuovo a Madre Natura. ❤️ #Giver #TTGItalia @Giver_Viaggi @TTGItalia @VisitNorway @VisitNorwayIT @VisitTromso #UnViaggioOltre #PodereMadonnina, claudiacabrini.com . #PhotoOfTheDay #AuroraBoreale #AuroraBorealis #Norway #InstaPhoto #InstaPic #TravelBlogger #Wanderlust #TravelReporter #Aurora ⭐️

A post shared by Claudia Cabrini (@clacabrini) on

Le foto della mia Aurora, per fortuna, sono state scattate da fotografi ben più esperti di me che mi accompagnavano in escursione quella notte, altrimenti il risultato non sarebbe stato altrettanto ottimale.

Voi siete mai stati al Circolo Polare Artico? Conoscevate tutte queste curiosità sull’Aurora Boreale? Ne avete mai avvistata una?

15 risposte a “Aurora Boreale: tutto ciò che c’è da sapere sulle Northen Lights

  1. Credo sia uno dei luoghi al mondo che mi affascina di più! Sto solo aspettando che la mia bimba cresca ancora un po’, per permettere anche a lei di vivere appieno sensazioni ed emozioni scaturite da questo spettacolo meraviglioso che è l’aurora boreale!

    "Mi piace"

  2. Sì sono stata oltre il circolo Polare artico e a quanto pare anche nella “stagione giusta”, però l’Aurora Boreale non l’ho vista. Non ero lì appositamente, ma ti confesso di aver sbirciato ogni sera fuori dalla finestra per vederla. Comunque mi consolo perché a questo punto potrebbe anche essere che magai le Northern Lights c’erano quando io era là, ma il mio occhio non le ha potute vedere. Deve essere stata un’esperienza unica, sappi che ti invidio molto!
    Buon 2020 Claudia ❤️

    "Mi piace"

  3. Anche noi siamo amanti del Grande Nord! Due anni fa in pieno inverno siamo stati in motoslitta alle isole Svalbard: è stato un viaggio indimenticabile! Anche perché abbiamo avuto la fortuna di vederla, l’aurora boreale!

    "Mi piace"

  4. Grazie per l’onestà, Claudia. Non tutti i blogger sono così spassionatamente sinceri, brava! Nella mia ignoranza, ero proprio convinta che il cielo si illuminasse di quei meravigliosi colori… 😦 Peccato! In ogni caso, continuo a credere che sia uno spettacolo da vedere assolutamente almeno una volta nella vita!

    "Mi piace"

  5. Mi ero sempre chiesta quale fenomeno scientifico ci fosse dietro l’Aurora boreale, ma per pigrizia non mi ero mai informata. Ora leggendo questo post ho imparato un sacco di cose utili spiegate in modo molto chiaro.

    "Mi piace"

  6. I paesi freddi non fanno per me ma credo che l’Aurora Boreale sia l’unica cosa che mi faccia muovere verso queste destinazioni (così come il sole di mezzanotte!).

    Come tutte le cose, ecco come far vendere i pacchetti turistici assicurando l’apparizione dell’aurora boreale: è una cosa che odio!!

    "Mi piace"

  7. L’Autora Boreale fa parte della mia lista di cose da vedere, con un poco di pianificazione. 😉 Chi lo sa? Magari l’anno prossimo riesco a convincere la mia dolce metà a fare i bagagli e a concedersi un po’ di freddo “per una buona causa” 😀

    "Mi piace"

  8. A parte il freddo che non amo, riuscire a vedere l’Aurora Boreale sarebbe uno dei miei sogni nel cassetto. Chi l’ha vista mi ha detto che è una delle più belle esperienze che ha vissuto e non fatico a crederlo, soprattutto dopo aver letto il tuo articolo. Magari un giorno mi ritroverò anche io a scrivere un mio articolo su un’Aurora vista nel mio ultimo viaggio.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.