Milano Marittima e Cervia: non solo mare

Conosciuta come una delle destinazioni turistiche italiane tra le più rinomate, Milano Marittima è stata per me niente meno che la tappa inaugurale del mio #GipsyTour, il mio viaggio itinerante alla (ri)scoperta di alcune tra le mete più apprezzate del nostro Stivale. Anche per questo, oggi vorrei iniziare a raccontarvene di più, partendo da alcune sue attrazioni imperdibili… e per certi versi inaspettate, che molti neppure immaginerebbero di poter trovare nel cuore della Romagna.

Milano Marittima e Cervia: non solo mare

In provincia di Ravenna, dalla quale dista soltanto 25 chilometri, e una delle quattro anime del litorale Adriatico di Cervia, Milano Marittima è un piccolo paradiso della Romagna tutto da esplorare. Nata ufficialmente il 14 agosto 1912, deve il suo nome agli stessi Milanesi della medio-borghesia che decisero di fondarla ormai quasi 120 anni fa.

Milano Marittima nacque infatti da una sfida andata a buon fine, proposta dall’artista Giuseppe Palanti. Palanti nel 1911 propose ad una Società, successivamente rinominata Società Anonima Milano Marittima, di costruire una spiaggia per i Milanesi in Romagna. La proposta più che particolare venne però accolta di buon grado dagli imprenditori meneghini che, di conseguenza, in accordo con il Comune di Cervia l’anno seguente (era il 1912) ottennero in concessione una vasta porzione di una spiaggia a nord della città.

Storica foto di un’antica “Piadineria ambulante” in una via di Milano Marittima – Cervia. [Foto da Pinterest con Creative Commons pubblicata da Alessandra Candoli]

Proprio così nacque dunque Milano Marittima; dal sogno di un gruppo di eclettici giovani e artisti nati all’ombra della Madonnina, che con non poco spirito imprenditoriale riuscirono a trasformare un sogno in realtà, regalando conseguentemente all’Italia intera la splendida Città-Giardino che ancora oggi conosciamo.

Il suo susseguirsi di ville in stile Liberty ancora perfettamente conservate è soltanto uno dei tipici esempi della grande bellezza capace di ispirare la creazione di Milano Marittima nel secolo scorso. Una bellezza ancora oggi indiscussa, a ricomprova del fatto che nella splendida località a soli 3 chilometri da Cervia ancora oggi non esista solo il mare ma davvero molto, molto di più.

Arrivare a Milano Marittima è molto semplice. Se deciderete di raggiungerla in auto, dal Nord vi basterà imboccare l’Autostrada A14 Bologna – Ancona. Uscite a Cesena Nord, seguite le indicazioni per Ravenna e prendete la E55 uscendo a Casemurate prima di proseguire in direzione Cervia percorrendo la S.S. 254. Da Nord Est, invece, imboccata la S.S. 309 Romea fino a Ravenna, proseguite con la S.S. 16 Adriatica direzione Lidi Sud. Se partite da Sud, Autostrada A14 Bari – Bologna. Uscite a Cesena e seguite le indicazioni per Cervia sulla S.S. 71 bis.

Tra le caratteristiche principali di Milano Marittima anche il fatto che proprio lì, a due passi dalla costa, il mare si fonda indissolubilmente con un altro elemento della Natura, la vasta Pineta adombrata da un profluvio di Pinus Pinea, il classico Pino domestico dalla chioma ad ombrello, Pinus Pinaster, il più celebre Pino marittimo dalla chioma piramidale e Querce, Roveri e Rovelle. Il Parco Naturale di Cervia, questo il nome dell’oasi naturale del territorio, è inoltre arricchito da una tavolozza cromatica di tutto rispetto grazie ad un sottobosco di Rovo, Biancospino, Ligustro e Crespino, con anche una puntellatura di Orchidee a far capolino qua e là.

Non è per questo possibile visitare Milano Marittima evitando di riscoprirla più da vicino e dall’interno, in particolar modo, facendo anche visita al suo Parco Naturale aperto tutti i giorni dal mese di maggio sino a novembre. Un vero e proprio Polmone Verde nel quale riprendersi dal caos cittadino prima di tuffarsi nelle chiare acque dell’Adriatico, ancor più brillanti in questi ultimi mesi, certamente rallegrate da un periodo – quello della Pandemia – che molto ha giovato al nostro Pianeta Terra, nonostante tutto.

All’interno del Parco Naturale di Cervia non mancano gli animali, dai polli alle faraone, passando poi per i conigli e i tacchini, senza scordare altre specie di volatili tra le quali pavoni e fagiani.

Nel caso in cui possa mai interessarvi visitare il Parco Naturale di Cervia, vi basti sapere che potrete farlo tutti i giorni dalle ore 09:00 alle ore 20:00 e gratuitamente. Se invece starete viaggiando in compagnia dei più piccoli, potrete anche prenotare l’accesso alla Vecchia Fattoria, area del Parco recintata e terreno fertile per una serie di specie animali autoctone che il Parco Naturale vorrebbe ripopolare.

A sua volta inserita nel contesto della Pineta di Cervia, in via Jelenia Gora, sorge una seconda attrazione di Milano Marittima da non perdere assolutamente. Si tratta della Casa delle Farfalle, vera e propria serra capace di scatenare indelebili emozioni nel cuore di ognuno dei numerosi visitatori che decidono di scoprirla ogni giorno.

Fino al 12 settembre, La Casa delle Farfalle sarà aperta tutti i giorni dalle ore 09:30 alle ore 19:00 su prenotazione. Le serre de La Casa delle Farfalle sono anche affitabili per eventi o set fotografici.

In oltre 500 metri quadri di serra, la Casa delle Farfalle riproduce il clima e l’ambiente tipici delle Foreste Pluviali nelle quali le Farfalle crescono di solito, di modo da non destabilizzare gli esemplari ospitati in serra ma farli sentire a casa loro. La temperatura delle serre della Casa delle Farfalle rimane inoltre stabile tra i 28 e i 30 gradi, con un’umidità attorno al 65%. Questa riproduzione fedele del loro habitat naturale, consente a migliaia di Farfalle originarie delle regioni tropicali di Asia, America ed Australia di riprodursi in libertà, colorando con le loro pose delicate e leggere i fiori che le circondano, ma anche i ficus, i banani e gli arbusti tropicali che le sostengono in ogni istante.

Soltanto nel 2013 alla serra della Casa delle Farfalle si è aggiunta quella denominata Il Bruco, capace di ospitare diverse Farfalle di origini italiane. Inoltre, per i più temerari, è anche disponibile la Casa degli Insetti, padiglione interamente dedicato al mondo degli insetti che si compone nello specifico di teche ricche di Api, Locuste, Coleotteri ma anche stravaganti insetti provenienti da ogni parte del mondo.

Non sono certe terminate qui le informazioni su cosa visitare tra Milano Marittima e Cervia. Sarebbero molte altre le attrazioni delle quali parlare. Onde evitare di dilungarmi eccessivamente oggi, per stavolta però concludiamo qui. Nei prossimi giorni certamente proseguirà il racconto della prima tappa del mio #GipsyTour sul Blog. Non vedo l’ora di raccontartene di più.

Nel frattempo, rivivi il mio viaggio in Romagna con me; seguimi su Instagram!

Una risposta a “Milano Marittima e Cervia: non solo mare

  1. Ho scoperto una Milano Marittima insolita partecipando a un blog tour a inizio giugno e che dire, sono rimasta incantata da quanto questa località, conosciuta da molti solo per i suoi stabilimenti e per i suoi locali alla moda, ha da offrire. Ho fatto kayak lungo il canale di Cervia, ho visto le saline al tramonto (meravigliose), ho giocato a golf, mi sono rilassata alle terme e ho anche visitato la casa delle farfalle. Bellissimo il tour in bicicletta alla scoperta del centro, dove la guida ci ha spiegato proprio l’origine di Milano Marittima.
    Sono contenta di leggere che anche a te sia piaciuta 🙂
    Complimenti per il tuo #Gipsytour 🙂 Ora dove ti trovi?

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.