AMATE TUTTI MA CON DISCREZIONE

La verità è che non so niente sull’Amore ma ho personalmente sperimentato un fatto: voler bene è gratis ed io ad alcune anime speciali ne vorrò sempre tantissimo. Però non a tutte queste anime permetto di influenzare il mio umore, perché alcune non se lo meritano proprio.

Leggi l'articolo →

TEL AVIV – Pensieri in libertà – Pagina 1

Ieri vi avevo promesso che non appena i miei malanni si fossero calmati sarei tornata online. La Wonder Woman che c’è in me ha finalmente smesso di scioperare. Niente febbre, debolezza passata. E allora, eccomi qua.

Un piccolo pezzettino del mio diario di bordo israeliano. Pagina 1.

Leggi l'articolo →

MARSA ALAM: COLPO DI FULMINE E AMORE

Forse non conta quanti passi tu faccia nel mondo, ma quali siano le impronte che lasci camminando. E forse, non conta nemmeno dove vai ma conta il “con chi”.

Oppure, se parti sempre da solo come faccio io, conta a chi tu permetta di fare un pezzo di strada insieme a te.

Non so come descrivervi il mio ultimo viaggio, ma so che credo nel colpo di fulmine. Ed io, ho incontrato persone speciali. Ho sentito la scossa sfiorando una mano.

Leggi l'articolo →

Finalmente.

Ieri ho ricominciato. Ho iniziato, di nuovo. Son tornata alla scoperta del mio desiderio più grande e più vero, o forse in poche parole ho semplicemente lasciato il porto pronta a falcar nuovi mari e orizzonti sconosciuti. Ieri sono partita per un nuovo viaggio: quello alla scoperta di una professione che ho sempre sognato di esercitare e che in un modo o nell’altro è diventata ufficialmente la mia realtà quotidiana. Sono una Globetrotter riconosciuta. Ufficialmente una Travel Journalist. E anche una Travel Blogger full time. E non è uno scherzo. Finalmente.

Leggi l'articolo →

MAMMA SON TANTO FELICE

Mi metto comoda e poi sale lei, e mi chiede se – per favore – può prender posto vicino a me ‘che il bus è ormai quasi tutto pieno. Profuma di sapone, quello compatto, come le saponette che sanno di buono, quelle per profumare e lavare benissimo al tempo stesso. Maglioncino, camicia, capelli riccissimi. È sposata, le intravedo una fede, e anche un orologio al polso. Non mi soffermo troppo sui dettagli, probabilmente perché sono stanca, e poi non ne ho nemmeno il tempo.

Iniziamo a chiacchierare del più e del meno, e di una vita intera. E ammetto con rammarico di essermi anche scordata il suo nome. Non avrei voluto.

Leggi l'articolo →