Siga Siga – GRECIA: Salonicco e Calcidica

Forse anche per questo sono sempre eccitata, all’idea di dover preparare una valigia, per poi prendere un aereo, e semplicemente vivere di avventure, e di terre da esplorare. Perché a tutti gli effetti è questo che io davvero considero vita: l’esplorare. Il farsi curiosi davanti anche alle più piccole cose. Alle persone, ai tramonti che avrai la fortuna di poterti godere, alle storie con le quali verrai inevitabilmente a scontrarti, incrociarti, doverci fare i conti.

Leggi l'articolo →

AGAPISA TIN ELLDA

Ieri pensavo, e rimuginavo tra me e me. E mi chiedevo cosa mancasse, perchè lo sentivo, che c’era qualcosa che mancava. Quasi un tassello invisibile che non capivo che forma avesse ne tanto meno immaginavo dove potesse essere finito. E per questo, allora, ecco, non ero proprio felice felice. Ero soltanto felice, ma da ripeterlo una volta sola e non due. E io invece vorrei aver sempre il cuore che palpita, e l’iperattività a mille perchè sei talmente entusiasta che quasi non riesci a crederlo o a capacitartene o a spiegarti come il tutto possa esser capitato.

Poi stamattina, con calma, mi sono svegliata. Ho stiracchiato le braccia, ho fatto yoga, e poi ho aperto la valigia. Profumi, colori, vestiti stropicciati. Poi ho bevuto il caffè, poi mi sono seduta sul divano, e poi – finalmente – ho capito quale fosse il tassello mancante che cercavo disperatamente da più di 24 ore.

Leggi l'articolo →

Finalmente.

Ieri ho ricominciato. Ho iniziato, di nuovo. Son tornata alla scoperta del mio desiderio più grande e più vero, o forse in poche parole ho semplicemente lasciato il porto pronta a falcar nuovi mari e orizzonti sconosciuti. Ieri sono partita per un nuovo viaggio: quello alla scoperta di una professione che ho sempre sognato di esercitare e che in un modo o nell’altro è diventata ufficialmente la mia realtà quotidiana. Sono una Globetrotter riconosciuta. Ufficialmente una Travel Journalist. E anche una Travel Blogger full time. E non è uno scherzo. Finalmente.

Leggi l'articolo →

Lontano non è mai abbastanza

Puoi viaggiare quanto vuoi, puoi cercare di scappare da te e dagli altri e dal mondo, ma non correrai mai più veloce del tuo destino. La vera te, con pregi, difetti, errori e certezze, continuerà imperterrita a sbucar fuori, quando meno te lo aspetti e quando meno lo desideri soprattutto. Che viaggiare, alla fin fine, non è davvero una corsa verso l’inaspettato ma forse un abbraccio a ciò che tu sei o diventerai. Perché quando parti, con uno zaino sulle spalle o una valigia sotto braccio, non sai certo cosa ti attenderà nelle prossime ore, nei prossimi giorni o cose così. Ma quello di cui non puoi dubitare, è che da quei giorni “out” tornerai cambiato.

Leggi l'articolo →

IN VALIGIA HO RITROVATO ANCHE ME

#Sanremo2016 è quella cosa che se ci pensi ti viene da piangere di gioia, e dalla commozione, e ti viene da gridarlo al mondo che sì, sei fortunata per davvero. Ma l’anno scorso, ad esempio, non era stato così. Perché un anno fa non sapevo chi ero io, e stavo cercando di ritrovare me stessa in un mare ancora sconosciuto nel quale galleggiavo senza saper nuotare. Stavolta, invece, è cambiato tutto. E sono finalmente pronta a ricominciare. ❤

Leggi l'articolo →