NOVEMBRE – Un mese di viaggi e scoperte

Di cose viaggiando se ne imparano sempre moltissime.

Questo mese, in particolar modo, ho avuto la fortuna di viaggiare tutto il tempo in posti che per prima cosa ci tenevano a farmi capire “cosa” fossero davvero.

E ora, a Milano per un po’, ho finalmente tutto il tempo di raccontar bene bene anche a voi quanto ho vissuto fino ad un paio di giorni fa.

Leggi l'articolo →

GRECIA: HALKIDIKI – Sithonia e Monte Athos

Oggi a Milano il sole lo si intravede appena. Non fa caldissimo ma, al contrario, la pioggerellina dei giorni scorsi ha finalmente abbassato un poco le temperature. Perciò forse non starete sognando di scappare dall’afa Lombarda come nei giorni scorsi, ma se comunque vi va di catapultarvi nel paradiso caraibico (che poi caraibico non è, ma semplicemente di Grecia del Nord si tratta) della Penisola Calcidica – dita 2 e 3 – beh, ecco. In tal caso non vi resta altro che leggere il mio ultimo articolo qui sotto. ❤ #PodereMadonnina

Leggi l'articolo →

GRECIA – Halkidiki: KASSANDRA e il paradiso all’improvviso

A Milano fa caldo, non si respira, il sole c’è e scotta pure. Le piscine sono affollate, l’asfalto brucia le suole. Insomma, pare quasi l’inferno abbia aperto le porte. Volete evadere per un po’ dall’afa padana e sognare i Caraibi a portata di mano? Scoprite insieme a me perchè Kassandra, la prima delle “tre dita” della penisola Calcidica, è una di quelle mete da segnare in pennarello rosso su di un post-it che dal frigo non dovreste staccare mai e poi mai. (O per lo meno, non finché non la visiterete e non ve ne innamorerete perdutamente come accaduto a me).

Leggi l'articolo →

Siga Siga – GRECIA: Salonicco e Calcidica

Forse anche per questo sono sempre eccitata, all’idea di dover preparare una valigia, per poi prendere un aereo, e semplicemente vivere di avventure, e di terre da esplorare. Perché a tutti gli effetti è questo che io davvero considero vita: l’esplorare. Il farsi curiosi davanti anche alle più piccole cose. Alle persone, ai tramonti che avrai la fortuna di poterti godere, alle storie con le quali verrai inevitabilmente a scontrarti, incrociarti, doverci fare i conti.

Leggi l'articolo →

AGAPISA TIN ELLDA

Ieri pensavo, e rimuginavo tra me e me. E mi chiedevo cosa mancasse, perchè lo sentivo, che c’era qualcosa che mancava. Quasi un tassello invisibile che non capivo che forma avesse ne tanto meno immaginavo dove potesse essere finito. E per questo, allora, ecco, non ero proprio felice felice. Ero soltanto felice, ma da ripeterlo una volta sola e non due. E io invece vorrei aver sempre il cuore che palpita, e l’iperattività a mille perchè sei talmente entusiasta che quasi non riesci a crederlo o a capacitartene o a spiegarti come il tutto possa esser capitato.

Poi stamattina, con calma, mi sono svegliata. Ho stiracchiato le braccia, ho fatto yoga, e poi ho aperto la valigia. Profumi, colori, vestiti stropicciati. Poi ho bevuto il caffè, poi mi sono seduta sul divano, e poi – finalmente – ho capito quale fosse il tassello mancante che cercavo disperatamente da più di 24 ore.

Leggi l'articolo →