10 CONSIGLI PER VIAGGIAR SOLI SENZA PAURA

Mancano pochi giorni alla mia prossima partenza, con meta anche stavolta Europea. Molti di voi da tempo mi chiedono, ancora, chi me lo faccia fare di andar in viaggio da sola, io e il mio zaino. Per poi riposare in un Hostello e non in un Hotel e, soprattutto, per ritrovarmi a girar per le strade senza fidi accompagnatori pronti a soccorrermi o a proteggermi ad ogni evenienza.

Premettendo che talvolta, purtroppo, ci si sente molto più sicuri all’estero piuttosto che in Italia, vi elenco di seguito 10 consigli da mettere in pratica per potersi dire più “smart”, e perciò certo un pochino più svegli sul viaggiare da soli ma senza timore.

Badate bene: le precauzioni da prender non sono mai abbastanza. Triste da ammettere ma, nonostante tutto, il danno può sempre capitare. Certo, lasciatemelo dire, se però lo si cerca di limitare al massimo l’avventura in solitaria risulterà più interessante di quanto possiate mai credere.

La cosa certa è che viaggiare, credetemi, è molto più semplice ed economico di quanto spesso si possa anche lontanamente immaginare. Non abbiate troppi timori, non preoccupatevi di pianificare tutto nel dettaglio. Un pizzico di coraggio, una spruzzata di follia, un biglietto per qualunque luogo e… via! Partite! Non ne resterete affatto delusi. Il mondo è più piccolo di quanto si pensi e questi consigli credo siano utilissimi proprio per tutti, con l’intento sincero di regalarvi quel poco di self-confidence in più, utile in ogni occasione (e in ogni città).

 

1. Ricordate di controllar che nulla sia andato perso

Certo, consiglio banale direte voi. E invece, ricordatelo sempre quando viaggiate, nulla è scontato, nulla è mai ovvio. Non abbandonate mai un luogo senza effettivamente prestare attenzione a cosa abbiate con voi. Non pensiate mai che “Sì, il cellulare non lo cerco ma è sicuramente in borsetta” perché sarà esattamente quella la volta in cui potrebbe succedervi di perderlo senza capirne i motivi e, cosa assai più rilevante, senza ritrovarlo mai più.

Importantissimi quando si viaggia anche i documenti. Se il vostro è un itinerario da zaino in spalla chiudete passaporto e carta di identità in una delle tasche (meglio se piccole) interne di cui il vostro backpack sicuramente sarà fornito. Stessa cosa nel caso comunque stiate portando con voi una valigia. Prima di partire fotocopiate i vostri documenti vitali e a check-in terminato “dimenticate” di aver con voi gli originali. Lasciateli sempre in alloggio, di modo da aver la certezza di non perderli camminando o, nel peggiore dei casi, di non farveli rubare insieme al portafogli.

 

2. Se possibile, non utilizzate il portafogli

Avete capito bene, niente portafogli. Il rischio è quello di perderlo, perciò perché portarlo con sé? Molto meglio il consigliatissimo utilizzo delle tasche nascoste e semi trasparenti NewFeel che, allacciabili come un marsupio, si camufferanno perfettamente sotto i vostri vestiti di modo da non attirar attenzione né tanto meno destare sospetti. Veramente economiche e molto funzionali, potete trovarle presso tutti i punti vendita Decathlon. Le più grandi misurano fino a 35 centimetri di lunghezza per meno di 1 cm di spessore. Potreste contenerci all’interno anche cellulare e fotocopie dei documenti d’identità. Avrete così la certezza di aver tutto sempre addosso e a portata di mano. Le tasche nascoste NewFeel si allacciano infatti al livello della vita, o se preferite della cintura. Vi basterà sollevar di pochi centimetri la vostra maglietta per aver accesso, in totale discrezione, a tutto ciò che vi occorre.

 

3. Separate tutti i vostri contanti

Il consiglio è quello di non aver molti soldi spicci addosso. Ad oggi le carte di credito o le ricaricabili sono di uso più che frequente in tutto il mondo, perciò potreste approfittarne per non dover pagare ogni volta con banconote o monetine, di più facile attrazione per  gli esperti ladri internazionali. Se però vi capitasse di dover ricorrere ai contanti per forza, ricordate di separarli nel corso del vostro viaggio. Tenetene, ad esempio, un po’ in valigia, alcuni nel beauty. Una piccola parte nel portafogli, pochissimi nella tasca nascosta che vi consiglio di utilizzare ogni volta che dal vostro alloggio doveste uscire. Ricordatevi anche che quando si viaggia “più si ha, più si spende”. Certo non sempre, ma nella stra grande maggioranza dei casi. Se dovete allora far serata in una città che ancora poco conoscete, o nella quale siete appena arrivati, limitate il contante e per sicurezza non scordate la carta di credito in camera. Se avrete con voi poco denaro, sarà molto più facile spenderlo tutto ma – al tempo stesso – limitarvi nello spenderne altro. Un ottimo modo per ricordarvi che il vostro dovrebbe restar fino alla fine un viaggio low cost.

 

4. Prestate attenzione a chi fa troppe domande, o da troppe attenzioni

Certo questo è un consiglio che non fa molto per chi è come me. Chi mi conosce infatti lo sa: che io ti abbia incontrato da dieci minuti o da dieci anni – talvolta gravissimo errore – poco cambia. Sono espansiva e solare, e me ne vanto.
Ma non tutti mostrano questi pregi per puro piacere personale. Prestate allora molta attenzione a chi vi fa troppe domande, o a chi si approccia a voi in modo eccessivamente espansivo senza che voi gliene abbiate concesso il permesso.
Se siete una ragazza soprattutto, e se siete da sola, non rispondete mai a domande personali come “Dove alloggi?” oppure “Viaggi da sola o in compagnia?”. Chiedete i documenti a chi vi sta parlando a costo di apparir antipatiche o sfacciate. E, nel caso in cui capiate potrebbe esserci qualcosa che non va, mentite. Raccontate di esser in vacanza con un gruppo di amici, e di alloggiare a casa di uno di questi.  

Se vi sentite osservate per strada entrate in un negozio, in un bar, in un pub o in un ristorante. Fingete di parlare al telefono – ma attenzione, questo potrebbe esservi d’aiuto soltanto nel vostro paese natio. In altro caso, invece, potrebbe far capire a chi vi circonda che non siete del posto, e perciò peggiorar la situazione.

La prudenza non è mai troppa perciò attenzione al dar confidenza a chiunque vi rivolga un sorriso. Se i vostri sensi vi dicono che quella è una persona dalla quale star alla larga, fatelo! Mal che vada vi sarete soltanto perse una chiacchierata con una sconosciuta/uno sconosciuto!


Molto più bello e prudente è invece far questo tipo di incontri nel vostro Hostello, o nel vostro Hotel. In quel caso, seppur sempre di sconosciuti si tratti, sarete comunque circondati da altre persone, oltre che dal personale del luogo. Un po’ più di iniziativa, un po’ meno di preoccupazioni, e molte saranno le “conversazioni internazionali” che avrete così modo di iniziare.

 

5. Cos’è quello sguardo da turista?!

Lo so, avete ragione, capita effettivamente anche a me. Arrivate in una piazza, in un parco, davanti ad un’attrazione o in una stradina tanto particolare quanto colorata e non vi riesce altro che… sgranare gli occhi e mormorare “Wow”! Sempre bello scoprire luoghi che non si pensava mai di conoscere, o assistere a “fotografie in movimento” inaspettate. Ma state attenti a quello sguardo da… turista. Nel peggiore dei casi sarà proprio quello a tradirvi agli occhi di un farabutto, il quale capirà voi non conosciate la città come le vostre tasche e che proprio in quel caso potrebbe approfittarsi della situazione per derubarvi, ingannarvi, o farvi del male.
Anche in questo caso non voglio certo smorzare i vostri animi né tanto meno farvi preoccupare più del dovuto. Vi ricordo di nuovo, però, che la prudenza non è mai troppa e che anche fingersi più “del posto” di quanto non si sia, potrebbe risultarvi decisamente comodo.

 

6. Informatevi sulla sicurezza del posto, prima di partire

Cercate in internet quali siano le zone assolutamente da evitare e, al contrario, quelle considerate più sicure dai turisti e soprattutto dai cittadini del posto. Magari scaricatevi una mappa della città prima della vostra partenza, di modo da aver poi un po’ più famigliare la piantina del luogo e il nome di qualche quartiere e via interessante. Imparate come tornar al vostro alloggio ancor prima di arrivarci. La cosa fondamentale è proprio saper come “tornare in stanza” nel minor tempo possibile e nel modo più sicuro di tutti.

 

7. Abbiate le icone social sempre a portata di… click!

Veramente strano a dirsi, ma utile a farsi, è quello di tener sempre i Social a portata di… click! Nonostante sia difficile trovar Wi-Fi libero quando si viaggia, è però utile aggiornar gli amici sulla propria posizione appena possibile, anche e soprattutto per una questione prettamente pratica e sicura. Se la vostra famiglia o qualche viaggiatore come voi sarà infatti regolarmente aggiornato sul dove siate, o sul dove stiate andando, risulterà così più semplice contattarvi o raggiungervi in caso di estrema necessità.

 

8.  Non bevete e non drogatevi!

Certo anche questo vi sembrerà un consiglio scontato, ma al giorno d’oggi saremmo finti moralisti a non ammettere e non accettare il fatto che più o meno chiunque, in vacanza soprattutto, ceda all’alcool e spesse volte anche alle droghe leggere. Se questo può sicuramente esser considerato un atteggiamento pericoloso ovunque voi vi troviate, lasciatemi dire che a maggior ragione può risultar gravissimo ubriacarsi o fumare in un paese non vostro.

Anzitutto, le leggi! Informatevi molto bene a proposito di cosa sia e di cosa non sia vietato fare nel paese in cui state viaggiando. Vi sembrerà ridicolo, ma quattro miei amici lo scorso Capodanno sono stati ARRESTATI per aver aperto una bottiglia di spumante in un luogo pubblico, nella piazza principale di una cittadina tedesca. Non sapevano infatti lì fosse vietato stappare alcolici all’aria aperta, seppur nel corso dell’ultima sera dell’anno.
Stessa cosa vale per le droghe leggere che nella stra grande maggioranza dei paesi al mondo sono ancor oggi assolutamente vietate. Se in Italia non si rischia il carcere per aver fumato un solo spinello, non è assolutamente detto la stessa cosa valga anche all’estero. Inutile aggiungere che nel caso beviate o fumiate troppo, il rischio di venir derubati o di finir in pericolo aumenta comunque a livelli inauditi. Allora comportatevi da bravi ragazzi, soprattutto se in viaggio da soli.

 

9.  Parlate la lingua del posto

Con questo non intendo certo consigliarvi di studiar una lingua nuova ad ogni viaggio che pensate di intraprendere, ma scrivetevi e ascoltatevi online la pronuncia di qualche frase tipica del Paese nel quale state per andar a trascorrere qualche giorno. Anche un semplice “Grazie” oppure “Per favore” o, ancora, un “Prego” detti col giusto sorriso sulle labbra, possono cambiare – in positivo – la vostra reputazione nei confronti della gente del posto che vi incontrerà. Siate gentili, non permalosi e sappiate adattarvi. Non tutti i popoli risultano espansivi quanto noi italiani. Osservate come gli altri si comportano, e imitate i loro atteggiamenti di conseguenza. Non siate troppo espansivi se chiunque incontrerete non lo sarà affatto con voi, e viceversa non siate scortesi con chi potrebbe esserlo nei vostri confronti.

 

10. Non abbiate timore di spender soldi per la vostra sicurezza

Sarà capitato anche a voi di pensare “Torno a piedi, perché così tanto denaro ad un semplice taxista non voglio lasciarlo!”. Ebbene, in parte condivido. Ma mai e poi mai far questo ragionamento se siete in viaggio. Soprattutto nel caso siate una ragazza e soprattutto nel caso siate da soli. Talvolta spender qualche soldo in più per tornar al vostro alloggio può salvarvi la vita. Non tornate a piedi da sole, non accettate passaggi dagli sconosciuti. Non fidatevi di chi vi dice “Ti accompagno io a piedi”. A costo di sperperare i pochi soldi che vi son rimasti, tornate in Taxi o con i mezzi pubblici, che in moltissime città funzionano tutta la notte. Non c’è miglior investimento da fare che quello sulla propria vita. Per questo pensate sempre alla vostra incolumità prima che a tutto il resto.

 

 

Spero questi consigli qui sopra vi possano tornar utili nel caso decidiate di intraprendere un viaggio, da soli o in compagnia. Sono effettivamente cose di semplice intuizione ma alle quali troppo spesso non pensiamo. Io in primis ho imparato a viaggiare nel modo più sicuro possibile (ricordando che non si è mai però sicuri del tutto) solo ultimamente. E, come avrete modo di capire voi stessi, non si smette mai di maturare – come persona e come viaggiatore tecnico – esperienza dopo esperienza, un’avventura dopo l’altra. Ciò non fermi la vostra forza esploratrice. Viaggiare è veramente bello, e talvolta comporta l’osare. Ma una giusta dose di paura non Va mai abbandonata. Proprio questa, infatti, ci salva la vita! Se avete altri consigli a tal proposito, da dare a chi viaggia come me, non esitate a postarli nei commenti qui sotto.

 

Annunci

4 risposte a “10 CONSIGLI PER VIAGGIAR SOLI SENZA PAURA

  1. Bel articolo ! 🙂
    Io viaggio “per scelta” da tanto tempo, solo io e la mia moto, sempre all’avventura, e per me è la condizione ottimale per percepire il viaggio davvero, può capitare di tutto certo, ma il richiamo del incognita mi attrae e rende il viaggio avventura. Comunque, consiglio vivamente a tutti ogni tanto di provare a viaggiare da soli, scoprirete come si può stare bene con se stessi! Un saluto! 😀

    Liked by 1 persona

    • Ciao Dave, scusami tanto se ti rispondo soltanto ora ma come forse avrai letto se segui il mio Blog ero in Germania, per qualche giorno. Ti ringrazio di cuore per il tuo commento speciale, carico di emozione e di vita vera. A mia volta condivido il tuo consiglio: viaggiare da soli ti fa scoprire cose di te che non avresti mai immaginato, ed è proprio questo il bello: che nessuno è immutabile, che tutto si trasforma, noi stessi in primis nel corso del viaggio soprattutto. E allora… Ancora grazie per il tuo feedback! Un abbraccio e buona Avventura!

      Claudia Cabrini

      Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...