72 ORE AL MIO PROSSIMO VIAGGIO – SUD AMERICA, ARRIVO!

Ciao amici gipsy! Come state? Questa sera voglio velocemente parlarvi di una delle pazzie alle quali non ho minimamente avuto il dubbio di aderire immediatamente. Un viaggio lunghissimo alla scoperta del Sud America.

 

Sì, è giunta l’ora. Tra meno di 72 ore, e per la precisione Martedì mattina alle 5, sarò in partenza. Dopo una breve sosta a Miami volerò direttamente in Sud America.

Ci penso da mesi ormai, ed è incredibile realizzare solo oggi di quanto sia passato velocemente il tempo. Sto già per ripartire, e non vedo l’ora di farlo. Sarà bellissimo scoprire cosa ci stia esattamente dall’altra parte del mondo, non pensate anche voi?

Come infatti ben saprete, sono un’anima gipsy, di quelle incapaci di rimanere nello stesso posto per troppo tempo. Innamorata pazza della vita e del viaggio sempre. Non potevo lasciarmi sfuggire questa incredibile occasione, e mi sento più che onorata e grata di sapere che su tutti i Blogger del mondo Job Trippin’ abbia scelto proprio me!

Job Trippin’ altro non è che un tour operator spagnolo fondato da un gruppo di giovani pazzi gipsy come me, con la passione per il viaggio e soprattutto tutti originari del Sud America – anche per questo a tal proposito si dicono ancor più che esperti delle bellissime località che andrò a visitare con loro. 

Viaggerò con ragazzi che non ho mai visto prima, condivideremo la routine quotidiana di ogni giorno, la casa, la stanza, la cucina, il bagno. Insomma, diventeremo un piccolo gruppo di giovani ragazzi pazzi alla scoperta dell’America Latina, e per quanto possa sembrare folle… Io non vedo l’ora di godermela al massimo e di partire.

Viaggerò con due dei fondatori di Job Trippin’: Gaston Ortiz, per gli amici Gato – appassionato di mare e di surf, e Santiago Boyero, per tutti Santi – video maker amante del viaggio quindi direi che sarà impossibile non andar d’accordo. Giusto?

Nei prossimi giorni vi racconterò nel dettaglio delle località che toccherò nel corso del mio viaggio – con forse anche qualche sorpresa inattesa, speriamo. Nel frattempo, per la prima vera volta in assoluto, ho deciso di proporvi un’intervista particolare.

Ho infatti intervistato… Me stessa! Ecco di seguito qualche domanda e risposta per farvi capire come io stia vivendo queste ultimissime ore pre – partenza…

 

Ciao Claudia, grazie per averci concesso questa intervista!

Di nulla Claudia, e mille grazie a te. Iniziamo!

Domanda numero uno: come ti stai preparando alla partenza? 

Beh, dato che definirmi “pazza” è poco, io non mi sto preparando affatto. Anzi, potrei dire di non esser pronta per niente. Non so nemmeno quanto caldo farà una volta giunta a destinazione, ma va bene così. Del viaggio amo scoprirne lentamente i dettagli, giorno dopo giorno. Senza pianificare troppo. La cosa più bella ed incredibile al momento è realizzare che io stia davvero partendo. Finalmente.

Come ti senti all’idea di esplorare il Latin America? Cosa ne sai della loro cultura e come immagini sarà vivere con persone che ancora non conosci? Cosa credi di poter portare “di tuo” al resto del gruppo?

Sono veramente felicissima di partire. Non vedo l’ora di salire sul treno che Martedì mattina alle 5 mi porterà in aeroporto, e da lì a destinazione. Ho letto molto sulla cultura del Sud America – seppure magari da romanzi e novelle d’amore, ma vale comunque come risposta no? Scherzi a parte, ho visto anche tanti film. A proposito della loro cultura ammetto di non saperne tanto dal punto di vista storico, ma sono curiosissima di scoprire i loro usi e costumi quotidiani, e di conoscere magari anche un po’ di gente del posto. Dopotutto, anche noi italiani – e io in particolar modo – siamo molto aperti e socievoli e credo che i Latini in generale sotto questi punti di vista mi assomiglino molto. Cosa porterò loro? Sicuramente il mio sorriso, la mia energia, la mia voglia di vivere e la mia positività anzitutto.

Come ti senti all’idea di vivere con persone che ancora non conosci? Hai mai viaggiato in gruppo prima d’ora? 

Come sicuramente già saprete, ho iniziato a scrivere di viaggio perché ancora prima di farlo diventare una professione, ho sempre viaggiato zaino in spalla da sola, in giro per gli hostelli del mondo alla ricerca della felicità. La cosa che non mi stanco mai di ripetere però è che viaggiare da soli non significa esser soli affatto. Io non sono mai sola, e conoscere persone che poi ti diventano amiche, in giro per il mondo, penso sia la cosa più bella che possa esistere. Quindi no, non ho mai davvero viaggiato in gruppo ma sono abituata a trovarmi “gruppi di amici” ovunque.

Ognuno avrà una sua personalissima storia da raccontare, giusto? Non vedo l’ora di scoprire anche le storie altrui.

Ci saranno cibi che ti mancheranno particolarmente, da casa? 

Al cento per cento il caffè italiano. A proposito del cibo, invece, mi adeguerò senza esitazioni. Dopotutto le cucine esistono anche in Sud America e io dicono cucini molto bene. Posso sempre cucinare italiano per i ragazzi che viaggeranno con me. Che ne dite, pasta o lasagna night, amici?

C’è qualcosa di tipico che vuoi assolutamente assaggiare in Sud America?

TACOOOOOOOOOOOOOOOOS! Ho moltissimi amici degli Stati Uniti e in particolar modo del Texas. Tutti mi hanno sempre e solo parlato dei Tacos e tutti mi hanno sempre detto non riuscissero a credere che io nemmeno sapessi cosa fosse un Taco. Non ne ho mai visto ne tanto meno assaggiato uno in 23 anni. Cose da pazzi! Voglio finalmente mangiarne uno appena arrivata a destinazione!

Cosa porterai assolutamente in viaggio con te? 

Il mio laptop e il mio telefonino per tenervi sempre aggiornati. Anche se essendo abituata ad uno zaino in spalla, pochi vestiti e pochi soldi, non credo esista davvero qualcosa di indispensabile per viaggiare. A parte, forse, mente libera e cuore aperto. Sempre.

Annunci

Una risposta a “72 ORE AL MIO PROSSIMO VIAGGIO – SUD AMERICA, ARRIVO!

  1. Pingback: SCOPRENDO MEXICO CITY – with JobTrippin’ | Podere Madonnina by Claudia Cabrini·

I commenti sono chiusi.