ANTIGUA E BARBUDA – IL PARADISO ALL’IMPROVVISO

 

Come ben saprete, sono stata ai Caraibi ormai più di un mesetto fa. Ho visitato Antigua e Barbuda, e me ne sono completamente innamorata. Nonostante vi avessi già scritto, in particolar modo, di quali fossero le mie spiagge ad Antigua preferite, oggi torno a parlarvene da un punto di vista un po’ più… “istituzionale”. Condivido anche sul blog, infatti, il mio reportage di Viaggio a proposito di Antigua e Barbuda pubblicato sul settimanale TTG Italia di qualche numero fa. Buona lettura e, come sempre, scrivetemi nel caso vi occorrano consigli o aiuti specifici sulla destinazione. Vi bacio!

18766418_10213505735306595_7781627394052954867_o

Antigua e Barbuda – I Caraibi (quasi) a portata di mano

 

Antigua e Barbuda sono due delle isole caraibiche più settentrionali delle Antille, nell’America Centrale. Sono anche un piccolo angolo di paradiso, con una clientela assolutamente luxury oriented, e anche molto italiana.

 

 

 

 

Collegate benissimo con l’Italia grazie ad un volo diretto che parte ogni settimana da Milano, e con il resto d’Europa grazie a diverse compagnie aeree con principali partenze da Germania e Gran Bretagna, Antigua e Barbuda sono anche due destinazioni in assoluta espansione, da sempre costosissime ma ultimamente neanche troppo. Sì, proprio così: l’ufficio del turismo di Antigua e Barbuda, infatti, vorrebbe allargare il target clientela offrendo una vacanza luxury anche a fasce medio-accessibili di prezzo. Punta a farlo entro i prossimi due anni.

“Il nostro target è molto vario. Gli italiani sono i secondi clienti finali più numerosi in arrivo dal continente europeo subito dopo gli inglesi” spiega Alex De Brito, Chairman di Antigua e Barbuda Hotels e Tourism Association. “Stiamo ampliando l’offerta alberghiera e aggiungeremo 1000 camere almeno entro fine 2017. Alcuni colleghi sostengono riusciremo ad offrirne il doppio, ma credo che puntare a 1000 nuove camere su tutta l’isola sia già un buonissimo numero di partenza” continua De Brito. “Ci sono diverse strutture ricettive in ristrutturazione o in costruzione ad Antigua. I prossimi mesi ci daranno molte risposte” conclude.

 

 

 

Il nuovo aeroporto internazionale di St. John’s – capitale di Antigua alla quale una visita è d’obbligo – è di recentissima ristrutturazione ed apertura, ed è anche molto ben connesso al resto della città oltre che ai suoi principali punti di interesse.

La prima accortezza da prendere appena atterrati, è prestare attenzione agli sbalzi climatici inaspettati.

Il clima tipico delle isole caraibiche potrebbe infatti sorprendervi parecchio: dopo oltre dieci ore di volo dall’Italia, si rischia di non essere preparati ad una giornata di sole magari poco ventilata ma sicuramente molto umida.

18556641_10213396031044057_4566819131718812938_o

Ad Antigua infatti piove molto spesso: più volte al giorno, quasi tutti i giorni. Le piogge, però, durano sempre pochi minuti soltanto, neanche il tempo di bagnare il suolo. Anche per questo il livello d’umidità è sempre molto alto.

Antigua nasce in mezzo alla foresta pluviale, ed è ricchissima di flora e fauna tropicali ancora incontaminate.

 

 

 

Le spiagge di Antigua tolgono il fiato. Domandate ad una persona del posto quante baiette locali conosca, e vi risponderà sicuramente di averne viste almeno un centinaio.

“365 spiagge, una al giorno tutti i giorni”questo lo slogan principale dell’isola di Antigua, che in realtà di spiagge pare averne quasi 400 e che ama definirsi “the country of the sun – il paese del sole” proprio per questo.

Oltre alle spiagge però, anche storia e cultura a volontà. È sicuramente l’English Harbour l’attrazione turistica principale dell’isola, probabilmente una delle più visitate. Si trova nel sud di Antigua e si tratta di un porto naturale di grandissimo fascino dove si ritiravano e riparavano le navi della flotta inglese. Oggi ci sorge anche un museo dove, al suo interno, si possono visitare gli edifici restaurati di Nelson’s Dockyard, e dove è anche possibile riviversi le antiche battaglie inglesi guidate e condotte dall’ammiraglio Nelson. Un salto indietro nel tempo al 18esimo secolo.

Il bello di Antigua è anche quello di saperti immergere in un’altra realtà, distante dagli sfarzi delle vacanze luxury ma vicinissimo alla gente comune, allegra per natura, felice per determinazione.

18671653_10213455859499731_1634245439388103176_o

Altra curiosità? Ad Antigua, ovunque ci sia una Chiesa troverete una scuola, e viceversa. La popolazione di Antigua è ancora oggi molto credente ma, sull’isola, le religioni professate dalla gente del posto sono molteplici: dall’Islam al cristianesimo, dal protestantesimo ai rastafariani. Un miscuglio di culture e colori che arricchisce la gente di Antigua in maniera unica e sopraffina, aprendola al mondo senza pregiudizio alcuno.

Moltissimi i VIP che hanno scelto Antigua come location della loro casa vacanze, come Silvio Berlusconi, oltre che molti divi di Hollywood.

 

 

 

Barbuda, invece, è un’isola assolutamente intoccata, dove regna la natura protagonista indiscussa. Per imposizione legislativa del governo, sull’isola non si può acquistare terreno, affinché chi è nato e cresciuto a Barbuda possegga la terra isolana gratuitamente e, soprattutto, per far sì che la grande macchina del turismo risparmi Barbuda dalla totale mercificazione. Tuttavia, in esclusiva, possiamo rivelarvi che è stato concesso un permesso speciale a Robert De Niro che proprio a Barbuda costruirà il suo extra-luxury resort: si tratterà della quarta struttura alberghiera sull’isola.

 

Annunci