23 Luglio: My Special Day

Stanotte ho dormito a fatica. Non riuscivo a prendere sonno e ho passato le ore che dividono la Luna dal Sole con gli occhi socchiusi e il sorriso sulle labbra. Mi son risvegliata prestissimo. Spettinata ma bella, e gioiosa come non ero da tempo.

Oggi è il 23 Luglio, e io sono felice. Oggi è il 23 Luglio ed è, per l’esattezza, un anno che sono felice. Oggi è il 23 Luglio, e io è da 365 giorni che vivo ogni momento con l’entusiasmo sincero della gratitudine alla Vita. E che credo, follemente, nel potere del voler bene, sempre.

Il 23 Luglio scorso sono partita per il viaggio più difficile e lungo di sempre: quello alla scoperta della me più vera, alla ricerca di una nuova felicità. La stessa felicità che per qualche mese avevo deciso di accantonare lontano, forse abbandonata a sè nell’angolino più buio di un armadio che non aprivo da tempo. Però da un giorno all’altro non ce l’ho fatta più. Mi son detta che ero stanca di stare male, che era giunta l’ora di riscoprire la Bellezza del mondo, e di ripartire.

Ho deciso di riabbracciare la Felicità e di respirarla a pieni polmoni, per sempre. Ma da subito però, senza sprecar un solo ed ulteriore minuto soltanto.

Ho comprato un biglietto (per il Sud Italia), ho organizzato i miei vestiti in uno zaino piccolino, e ho cominciato il mio viaggio.

Ho vagato senza meta per la Costiera Amalfitana, e ho amato Napoli. Ho incontrato gitani più pazzi di me che mi hanno assolutamente salvato la vita e ai quali devo tanto, e ho fatto i conti con l’Amicizia – quella vera e inaspettata. Mi sono, molto lentamente, ricordata della bella persona che sono, e ho compreso che la sfida più grande è sempre e soltanto una: amare se stessi.

Un anno dopo, cioè oggi, mi rendo conto di quanti passi in avanti io sia riuscita a fare. Di come la Claudia di un anno fa mi sembri soltanto una bimba sperduta in un bosco fatto di sentimenti e terrori. Una Cappuccetto Rosso che come Lupo aveva se stessa, e che disperatamente cercava di scappare dall’ansia di una vita bellissima ma vissuta nel modo sbagliato.

Un anno dopo, cioè oggi, sono fiera di me. Consapevole di quanti passi in avanti io debba ancora fare, ma comunque orgogliosa di quanti cambiamenti abbia affrontato, e in meglio, e di come mi sia trasformata in una ragazza diversa e tutta nuova, con mille pazze idee differenti e una visione del mondo e delle cose fino a qualche tempo fa inimmaginabile. Ho aperto la mente e ho iniziato a sorprendermi, di tutto e delle più piccole cose.

Ho constatato, seppur con fatica, che l’impossibile è nulla. Che è solo e soltanto una concezione mentale. Che le sfide esistono per renderci più forti ma che mai e poi mai dobbiamo pensare queste abbiano anche il potere di toglierci il sorriso.

Ho testato con mano che la nostra Pace interiore è davvero la cosa più importante di tutte, e che – forse forse – dovremmo talvolta prenderci meno sul serio, e semplicemente abituarci a smetterla: a smetterla di litigare, di parlare troppo, di esagerare e di distorcere inconsapevolmente i giusti equilibri della Vita di tutti i giorni.

Dovremmo apprendere, imparare, amare, gioire, anche piangere e litigare, certo, sì, ma in giusta misura soltanto. E poi lasciar andare, e rilassarci quando occorre – perché anche quello è un lavoro del quale il nostro corpo, la nostra mente e la nostra anima necessitano costantemente.

Così ho imparato a dire di no quando voglio, di rispondere sì solo se sincera. Ho iniziato a pormi sempre la domanda “Cosa posso fare per rimediare a questo danno?” e ad accettare che nel caso la risposta sia “Niente” devo anche farmi passare la rabbia e sforzarmi di sorridere di nuovo, immediatamente.

Il 23 Luglio è diventato il mio giorno. La nuova me oggi compie un anno, e io sono felice. E sorrido, e ballo, e canto, e gioisco della Bellezza e dell’Amore ovunque.

 

Grazie a tutti per gli Auguri!
E speriamo che io me la cavo (almeno per altri 100 anni ancora)!

#LOVE #PEACE #NAMASTE

Ti potrebbero interessare i miei precedenti post sui viaggi che – davvero – mi hanno cambiata. Clicca qui sotto!

WHY TO TRAVEL? (English version)

Perchè viaggiare? (Italian version)

Annunci

4 risposte a “23 Luglio: My Special Day

  1. Il post è molto bello, come sempre. Forse avrei descritto più dettagliatamente questi viaggio così importante per te, ma magari quest’aspetto verrà definito meglio in un prossimo post… complimenti comunque! 🙂

    Mi piace

    • Grazie di cuore @wwayne! Questi viaggi per me così importanti li ho ampiamente descritti lo scorso anno, non appena tornata a casa, quando minuto dopo minuto realizzavo il cambiamento. Ma, hai perfettamente ragione ad avermelo scritto, perché effettivamente chi non lo sa non può saperlo. Inserisco immediatamente un link-richiamo nel post, e ancora grazie a te per i commenti costruttivi che non mi fai mai mancare. Il merito del successo di Podere Madonnina è anche tuo!

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...